Eventi e mostre pittura - PITTart.com

  Scrivi la tua mostra o il tuo evento d'arte           
Home PageHome   Annunci di ricerca per preparare nuovi eventi d'arteAnnunci Arte   Biografie Artisti Pittori - Scrivi e pubblica da solo la tua biografiaBiografie Artisti   Pittura e artisti pittori - Per pubblicare gratis le tue opere e la tua biografiaPittura e artisti pittori in mostra
Scrivi i tuoi commenti sull'evoluzione del concetto di arteCommentArte   Recensioni d'arteRecensioni  d'Arte  Calendario d'arte - CalendARTECalendario d'Arte - CalendArte  

EVENTI E MOSTRE PITTURA - SPAZIO INTERATTIVO

ATTENZIONE
Questo spazio sarà a breve chiuso. Abbiamo tuttavia appena aperto la sezione EVENTI E MOSTRE DI PITTURA su Facebook dove sei invitato a postare il tuo evento.


Data Inserimento: Fri, Sep 10, 2010 - 10:22:45

Evento N°: 729

Nome: Angelo Bucarelli

SPONSOR

Località: ROMA
GIACOMO GUIDI & MG Art ARTE CONTEMPORANEA
Vicolo Sant' Onofrio, 22, 23
Roma

presentano

"UNA QUESTIONE DI SPAZIO"
JAN DIBBETS, CANDIDA HÖFER, IMI KNOEBEL, GIULIO PAOLINI
a cura di Ludovico Pratesi




inaugurazione giovedì 16 settembre ore 19,00

Giovedi 16 Settembre 2010 alle ore 19, la Galleria “GIACOMO GUIDI & MG ART”, inaugura la propria stagione espositiva con la suggestiva mostra:
“UNA QUESTIONE DI SPAZIO. Jan Dibbets, Candida Höfer, Imi Knoebel, Giulio Paolini”. Curata da Ludovico Pratesi.

Attraverso il confronto di quattro opere, una per artista, la mostra intende analizzare la relazione tra lo spazio e la sua rappresentazione nell’arte contemporanea. Tutti artisti celebrati e da anni sulla scena internazionale, propongono in maniera netta e profondamente diversa la loro creatività e percezione con contrasti e dissonanze che colpiscono per il valore intellettuale.

Dibbets, con le sue immagini fotografiche in un confronto slittato tra natura e artificio, guarda con occhio metafisico il paesaggio, confermando la sua ricerca centrata sul rapporto tra realtà fisica e illusione fotografica.

L' immagine fissa e silenziosa del teatro Comunale di Bologna della Höfer enfatizza attraverso il linguaggio fotografico la dimensione architettonica di ambienti destinati alla cultura. Come in tutto il suo lavoro l' assenza dell' uomo permette di accentuare l'identità dello spazio.

Knoebel, in mostra in contemporanea all' Accademia Tedesca, destruttura la pittura riportandola all’assenza di uno spazio legato alla geometria, dove ogni elemento è identificato con una componente cromatica precisa e definita.

Per Paolini il territorio della storia dell’arte si trasforma in un luogo della visione, dove le coordinate spazio-temporali vengono ridisegnate secondo geografie mentali e simboliche.

La mostra, che curata da Ludovico Pratesi, critico e curatore molto attivo e stimato, aprirà al pubblico il 17 settembre e resterà aperta sino al 6 novembre 2010 . "Una questione di Spazio" apre anche la stagione che vedrà un rinnovato impegno e dinamismo della Galleria con un programma di alto profilo e molto vivace.


Periodo: dal 17 settembre al 6 novembre 2010
Info: 06.96043003 - 393.8059116 - info@giacomoguidimgart.it
Orari: da martedi a sabato 11.00 -13.00 e 16.00 - 20.00
ufficio stampa: Angelo Bucarelli e Alessia Pelagalli
06.5815223 - 348.7069077
info@angelobucarelli.com


Data Inserimento: Thu, Sep 9, 2010 - 22:21:31

Evento N°: 728

Nome: Soqquadro

SPONSOR

Località: RIMINI
Sabato 18 settembre 2010 si inaugura alle ore 18.30 presso la galleria Vista Arte e Comunicazione, in Via Ostilia 41 (zona Colosseo) a Roma, la mostra Bu-Io Not-Te, esposizione collettiva degli artisti: auroraliduo in trio (Damiana Emma, Andrea Lo Coco e Nicola Visotto), Giuseppe Di Forti, Aurora Del Rio, Luigi Maria Feriozzi, Christian Fogarolli, Yasmin Hassanin, Moma, Giuseppe Nicosia Di Fazio, Arlette Pasero, Sara Pieri, Giuseppe Sassone, Antonio Tommasini, Ramon Trinca, Ruediger Witcher. L’esposizione è dedicata ai lati oscuri dell’animo umano; le opere in mostra rappresentano, con tematiche e stili diversi, molte delle abiezioni che albergano in tutti noi.

Soqquadro & Vista
Presentano
Bu-Io Not-Te
Mostra collettiva

DURATA: dal 18 settembre al 1 ottobre 2010
INAUGURAZIONE: sabato 18 settembre ore 18.30
ORARI: dal lunedì al venerdì 14.30/19.30 sabato 17.00-19.30
LUOGO: VISTA Arte e Comunicazione, Via Ostilia 41, Roma (zona Colosseo)
CURATRICE: Marina Zatta
COLLABORAZIONI: Gloria Ceschin, Gemma Guirado Robles, Yasmin Mohamed Samir, Alessandra Parrella, Mara Valente.
INFO: tel. 06.45449756, cell. 333.7330045, 349.6309004
soqquadro@interfree.it www.soqquadro.eu

“Vista” è un centro dedicato all’arte ed alla comunicazione che nasce dall’esperienza di alcuni giornalisti da sempre impegnati nell’organizzazione di eventi d’arte e cultura. Una project gallery che si rivolge ai giovani talenti esordienti ma accoglie anche esperienze confermate all’ombra della splendida cornice del Colosseo.
In questo luogo Soqquadro espone la mostra collettiva Bu-Io Not-Te dedicata alle turpitudini dell’animo umano. Cos’è la bontà, cos’è la cattiveria? Chi di noi può dirsi Giusto, chi Generoso, chi Ingiusto, chi Avaro? Siamo crudeli? Non lo siamo mai? Lo siamo a volte? Quali sono le vie che nella nostra anima ci spingono ad agire scorrettamente nei confronti degli altri? Quali sono le giustificazioni che diamo a noi stessi e al mondo? Patria, Famiglia, Dio? Ideologie? In nome di quali altissimi e nobili ideali celiamo le nostre brame di potere, denaro, sesso, protagonismo, fama, egocentrismo? E viceversa, quando lasciamo spazio ai nostri egoismi, è davvero la parte peggiore di noi quella che tiriamo fuori? O è solo la più sincera?
Grandi teologi, filosofi, intellettuali, poeti, letterati ed artisti hanno sondato ed esplorato la parte oscura della nostra anima. Oggi Soqquadro ha chiesto di farlo ai suoi artisti, per dare vita ad una mostra e indaghi con occhio spietato nelle debolezze umane, con la stesso lucido distacco che ha un chirurgo mentre incide con il bisturi per estirpare un tumore, il tumore della nostra innocenza perduta.


Data Inserimento: Thu, Sep 9, 2010 - 17:49:01

Evento N°: 727

Nome: Françoise Calcagno

SPONSOR

Località: VENEZIA
Anna Galli
Cate Maggia
Dialogo in corso 6

Dal 5 al 19 settembre 2010
Opening domenica 5 settembre, ore 18.30
Françoise Calcagno Art Studio
Campo del Ghetto Nuovo 2918, Venezia
Da martedì a sabato dalle 14.30 alle 18.30
(e su appuntamento)

Françoise Calcagno Art Studio ospita la sesta mostra del ciclo “Dialogo in corso”. Anna Galli e
Cate Maggia sono le due artiste invitate a esporre. Diverse le personalità, diverso il percorso
artistico, diversi i mezzi espressivi e le tecniche usate: la pittura e il collage per Cate Maggia, la
scultura per Anna Galli. Ciò che le accomuna in questa mostra: la ricerca dell'ombra e della
luce, la leggerezza e il movimento delle figure. In senso più fisico nel lavoro di Anna Galli,
psicologico e mentale nel lavoro di Cate Maggia.
Anna Galli è nata a Santa Margherita Ligure. Diplomata in scenografia all'Accademia di Belle
Arti di Brera, nel 1971 approda al Teatro la Scala di Milano, dove esprime la sua vitalità
artistica collaborando con il Direttore dell'Allestimento Scenico, successivamente il Teatro affida
ad Anna Galli la guida del neo-nato gruppo di scultori/scenografi/realizzatori.
Contemporaneamente si dedica alla creazione di opere proprie approfondendo la ricerca di
nuovi materiali, per realizzare le sue sculture che propone con grande successo in mostre in
Italia e all'estero. Predilige l'utilizzo di materiali naturali, come pietra e legno, vetro, alabastro
e rame, a testimoniare la precisa volontà di un legame con tempi antichi, quasi primordiali.
Protagoniste di questa mostra sono le opere in rame: sculture di luce che cambiano, si
trasformano, si trasmutano al minimo spostamento del punto di vista, sfiorata dalla luce la
superficie appena incisa o sbalzata si anima, prende vita, si fa volume e corpo.
Cate Maggia è nata a Borgosesia (VC). Laureata in architettura al Politecnico di Torino, è
protagonista di molti eventi artistici ed espone in numerose mostre in Italia e all'estero. Crea lo
studio Ambre Italia, viene nominata delegata Fai per la provincia di Novara, diventa direttore
artistico di Expo Proponendo, a Forte dei Marmi. Altre importanti attività caratterizzano la sua
carriera professionale. Forse anche la ricchezza di esperienze ha portato Cate Maggia ad
elaborare la sua personale tecnica del collages, dal forte valore semantico e impatto visivo.
“Cate risponde con la sua opera a questa necessità: imprigionare nella materia sogni,
memorie, testimonianze del tempo...di sé e più in generale dell'esistenza...quello di Cate
Maggia è più di uno sguardo, è una reiterazione, un flashback, una retrospezione verso uno
stato antecedente e al tempo stesso una conservazione: la fattura delle immagini è, in forza di
divenire, memoria, vigilanza.” (Emanuela Mazzotti)
Due diverse personalità artistiche a confronto, che insieme testimoniano l'importanza della memoria
del passato, filtrato dalla sensibilità contemporanea.

Françoise Calcagno Art Studio
Campo del Ghetto Nuovo 2918 Venezia
Info: (+39) 3391134786
info@calcagnoartstudio.com


Data Inserimento: Thu, Sep 9, 2010 - 16:58:19

Evento N°: 724

Nome: Giorgio Barassi

SPONSOR

Località: FOGGIA
LANDSCAPE
mostra personale di Francesco Zavatta
Como, show room Contrada degli Artigiani
Inaugurazione giovedì 23 settembre ore 18,00


Il progetto "Landscape" nasce da un viaggio che l'artista di recente ha compiuto in Irlanda.
"...Il suo viaggio nelle terre d'Irlanda è un volo.
Si sente libero, Checco Zavatta da Rimini, di vagare sull'aria delle scogliere
a caccia di un azzurro intenso o di un verde ancora inesplorato.
Il sentimento vince e porta il tempo di una musica che la testardaggine suona puntuale, nitida".(Giorgio Barassi)



La Contrada degli Artigiani
Viale Innocenzo XI, 70 COMO
(strada interna via P. Brusadelli, 41)
www.contradadegliartigiani.com

La mostra rimane aperta fino al 31 dicembre
Catalogo disponibile con testo critico di Giorgio Barassi.




Data Inserimento: Wed, Sep 8, 2010 - 15:19:50

Evento N°: 722

Nome: Daniela Paola Aglione

SPONSOR

Località: MILANO


Erudizione e ironia a go-go
oggi è il Capodanno della Patafisica!
Se l’erudizione si trasforma con Google, l’ironia è in via d’estinzione, specie se accostata alla prima variabile.

ARTE


L’8 settembre 1973 nasceva in Francia tal Alfred Jarry, provinciale e bizzarro figuro cui si devono alcuni meriti, quali opere del teatro dell’assurdo (Ubu Roi ne è l’esempio), la possibilità di capire successive correnti artistiche quali Dadaismo e Metafisica, ma soprattutto l’aver fondato e inventato la patafisica, la scienza delle soluzioni immaginarie, corrente artistica e di pensiero che esplora i territori attigui alla metafisica, si sofferma sulle eccezioni che affiancano le regole, celebra l’assurdo. Quanta nostalgia oggi questo 138° Capodanno: the day after X Factors 4 (che ho guardato e gradito come le altre migliaia di spettatori) che mi rammenta quanto spesso i sogni si prendano su somministrazione volontaria; due giorni dopo il brutale assassinio del Sindaco – ecologista nel senso più ampio del termine – Angelo Vassallo, che mi ricorda quanto si possa esser tristi per una cellula di legalità soffocata nel fango tumorale che infetta la nostra società piccolo-arrivista; il giorno dopo la morte del Popolo delle Libertà, che mi ricorda quanto sterili possano essere gli starnazzi che piallano adamantini “corridoi del potere” quand’ancora riecheggia nelle orecchie di molti la deandréana lezione che è dal letame che nascono i fior (PS: termina il 10 ottobre a Palermo, all’Ex deposito Locomotive Sant’Erasmo, “Fabrizio De André. La Mostra” l’hommenage che il capoluogo siciliano rende al grandioso poeta cantastorie a 10 anni dalla morte). La giostra gira e balla tra italiani accusati per il furto della famosa tela “I Papaveri” di Van Gogh al Museo Mahmoud Khalil al Cairo, notizia strombazzata e poi smentita, polemiche su dita medie che si erigono soltanto nel nome dell’arte a Piazza Affari a Milano, mentre si snodano le class actions per i virus finanziari che infettano le Borse internazionali e quelle dei privati cittadini… e chi più ne ha più ne metta. Se l’erudizione – nonostante le teorie superficialiste di googoliana matrice teorizzate dal giornalista Nicholas Carr nel suo The Shallows How the internet is changing the way we think, read and remember – appare ancora un traguardo arrivabile nella stragrande maggioranza dei Q.I., è l’ironia quel bene necessario che – a mio avviso – dovrebbe essere infuso nella miscela quotidiana del caffè del buongiorno.

OGGI È IL 138° CAPODANNO DELLA PATAFISICA, MILANO FESTEGGIA CON GLI STUZZICADENTI
• IlGiorno.it | 8 settembre 2010
1 STUZZICADENTI X JARRY, STASERA VERNISSAGE A MILANO IN OMAGGIO ALLA PATAFISICA
• Eramoderna.it | 8 settembre 2010


<---   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121   122   123   124   125   126   127   128   129   130   131   132   133   134   135   136   137   138   139   140   141   142   143   144   145   146   147   148   149   150   151   152   153   154   155   156   157   158   159   160   161   162   163   164   165   166   167   168   169   170   171   172   173   174   175   176   177   178   179   180   181   182   183   184   185   186   187   188   189   190   191   192   193   194   195   196   197   198   199   200   201   202   203   204   205   206   207   208   209   210   211   212   213   214   215   216   217   218   219   220   221   222   223   224   225   226   227   228   229   230   231   232   233   234   235   236   237   238   239   240   241   242   243   244   245   246   247   248   249   250   251   252   253   254   255   256   257   258   259   260   261   262   263   264   265   266   267   268   269   270   271   272   273   274   --->
(Totale Eventi: 1366)