Eventi e mostre pittura - PITTart.com

  Scrivi la tua mostra o il tuo evento d'arte           
Home PageHome   Annunci di ricerca per preparare nuovi eventi d'arteAnnunci Arte   Biografie Artisti Pittori - Scrivi e pubblica da solo la tua biografiaBiografie Artisti   Pittura e artisti pittori - Per pubblicare gratis le tue opere e la tua biografiaPittura e artisti pittori in mostra
Scrivi i tuoi commenti sull'evoluzione del concetto di arteCommentArte   Recensioni d'arteRecensioni  d'Arte  Calendario d'arte - CalendARTECalendario d'Arte - CalendArte  

EVENTI E MOSTRE PITTURA - SPAZIO INTERATTIVO

ATTENZIONE
Questo spazio sarà a breve chiuso. Abbiamo tuttavia appena aperto la sezione EVENTI E MOSTRE DI PITTURA su Facebook dove sei invitato a postare il tuo evento.


Data Inserimento: Fri, May 2, 2014 - 18:02:28

Evento N°: 1979

Nome: Daniela Accorsi

SPONSOR

Località: NON SPECIFICATO
AccorsiArte
Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea
è lieta di invitarvi
Sabato 10 Maggio 2014 dalle ore 18.00
all’inaugurazione
Mostra d’Arte Contemporanea dal 10 al 22 Maggio 2014

ROSSO

ARTISTI IN MOSTRA

ALBERTO BARBERIS - DEBORA BERNARDI - CARLO CAMMAROTA - TERESA FIGLIOLA - FILIPPO MANASSERO - MAURA MIRONI - MARCO PONTE-
ROBERTA SIRIGNANO - MARIO SEPE -
ALEJANDRINA SOLARES -
MAURIZIO VELLUTI - MNAURIZIO ZUCCHELLINI -


Durante il vernissage l’artista Bina Lunardi presenterà una Performance Poetica tratta dal suo nuovo libro
“ Echi di un’Anima “
BINA LUNARDI


ARTISTI IN ESPOSIZIONE PERMANENTE

- SALVATORE FIUME - MARIO SCHIFANO -
COLOMBOTTO ROSSO - ITALO GILARDI -
MAXO DELLA ROCCA - CARMELO LIZZIO - SERGIO UNIA -
GIAN GENTA - ANTONELLA AVATANEO -
BESSPIERRE (PIERA BESSONE) - FEO FEO- ANDREA GRUCCIA -
- FRANCESCA PALTERA- MARA CANCELLARA - MASSIMO CIRIO -GIANNI DE SIMONE - NATASCIA GRAZIOLI -
MARIA HALIP - BINA LUNARDI - ENRICO CHALLIER



Per Informazioni
AccorsiArte
Via Fratelli Calandra 9 - Torino
www.accorsiarte.com
Orari di apertuta
Dal martedì al venerdi ore 15.30 - 19.30
Sabato ore 10.30 -13.00 / 15.30 - 19.30









Data Inserimento: Fri, May 2, 2014 - 17:38:01

Evento N°: 1977

Nome: Studio Guastalla

SPONSOR

Località: MILANO
DADAMAINO. VOLUMI 1958-61

La mostra presenta circa 20 Volumi di Dadamaino, realizzati tra il 1958 e il 1961. Con questo termine, che identifica le opere prodotte da Dadamaino a cavallo della fine degli anni Cinquanta e dell’inizio degli anni Sessanta del Novecento (le prime che la fanno conoscere al pubblico, e con le quali passa in modo improvviso dal figurativo alla sperimentazione sul supporto), l’artista chiarisce fin dal nome il suo intento. Che è quello di lavorare sulla tridimensionalità dello spazio fisico, sull'estensione: non tagli o buchi, come nel lavoro che Fontana porta avanti da almeno dieci anni, o superfici, come nell'opera di Castellani, ma figure, quasi sempre ovoidali, ritagliate a mano sulla tela, dai contorni imprecisi, che svuotano la tela fino a rivelarne il telaio, trasformando il quadro in struttura pura, in cui il vuoto ha più spazio della tela. "1. Posizione postinformale e protodadaista, con distruzione critica della tela, 1958-1959" scrive Dadamaino nella note sintetiche di una sinossi con cui si presenta.
"Naturalmente Fontana ha avuto un ruolo determinante nella mia pittura. Se non fosse stato Fontana a perforare la tela, probabilmente non avrei osato farlo neppure io. Sottrarre la materia, al punto da rendere visibili anche parti della tela (del telaio) per eliminare ogni elemento materiale, per privarla d'ogni retorica e ritornare così alla tabula rasa, alla purezza". È l'artista stessa a dichiarare esplicitamente a chi deve il coraggio di rompere con la pittura, che non è solo la figurazione, ma anche il matericismo dell'informale, degli epigoni dell'espressionismo astratto americano, con il suo nucleo di tragicità interiore. È una fuga dalla materialità verso l'immaterialità, la sottrazione, una tabula rasa per ricominciare su nuove basi. "Così sulle tele pulite operai grandi squarci ovoidali, a volte uno solo, grande come tutto il quadro. Dopo questo atto liberatorio rimasi perplessa, sul come proseguire. Il come lo trovai interessandomi al futurismo...I meravigliosi insegnamenti futuristi, chissà perché dimenticati, erano i più vivi e veri che si potessero raccogliere. Pensando a ciò guardai i miei lavori. Dietro i grandi buchi vedevo un muro pieno di luci e ombre che vibravano e si muovevano. Ecco la cosa da cercare e da seguire. L'arte era stata sinora statica, tranne che per pochi pionieri, bisognava farla ridiventare dinamica e con mezzi conseguenti alle più recenti esperienze tecnico scientifiche, stabilito che si può fare dell'arte con qualsiasi mezzo".
E tuttavia, nonostante il debito riconosciuto, i volumi di Dadamaino sono altra cosa dai tagli e dai buchi, non solo nelle dimensioni e nell'estensione, ma anche nell'eliminazione di qualsiasi aspetto pittorico, cromatico, sensibile, scegliendo invece un'assenza di colore, il nero o il bianco, che diventa sottrazione totale, assenza.
La mostra prosegue con opere del '60, l'anno di una prima svolta nel lavoro sui "volumi": non più una o due forme irregolari organizzate sulla tela in modo apparentemente casuale, ma una serie di cerchi precisi, probabilmente ottenuti con uno stampo appoggiato alla tela, ripartiti in modo omogeneo, con rigore formale, geometrico, come a rifiutare qualsiasi casualità, qualsiasi riferimento all'informale.
E subito dopo, sempre nel '60, un anno di svolta, Dadamaino trova nuovi sviluppi alla sua ricerca sulla geometria in un materiale nuovo, la plastica, e in particolare nei "fogli" di rhodoid delle tende da doccia, che sovrappone uno sull'altro a tre o a quattro, montati su un un telaio di carta millimetrata. Sono i volumi a moduli sfasati, in cui i buchi sembrano muoversi, vibrare dinamicamente, animare la trasparenza del foglio. È un movimento ottico interiore, un gioco di illusioni, un battito tachicardico, realizzato con un materiale che rivela potenzialità inedite: "mentre operavo il montaggio, bastava il calore della mano a sfasare la tramatura e a creare una serie di immagini sovrapposte ma sfumate". È la rottura definitiva con il "mondo antico" del pittore.


Inaugurazione 29 maggio 2014 ore 18.00
La mostra prosegue fino al 27 settembre 2014
Catalogo in galleria
Orari martedì-sabato 10-13 15-19
Chiusura estiva dal 2 agosto al 25 agosto



Data Inserimento: Thu, May 1, 2014 - 13:45:56

Evento N°: 1972

Nome: Marina Sturino

SPONSOR

Località: PAVIA
VRRRRRR... Mostra personale di pittura di Antonio Falleti

Dal 6 al 22 Maggio 2014 presso il Neko Cat Café - il Caffè dei Gatti di via Napione 33 a Torino.

"Sguardi silenziosi trapassano i cuori delle persone sensibili...
Gli occhi degli animali abbandonati o maltrattati racchiudono tutto il contegno del dolore...
La sofferenza dell'attesa... inaspettata
La dignità di chi si è sentito perduto dal tradimento"

I ritratti sono nati dall'incontro tra due volontarie appassionate di fotografia e Antonio Falleti che, oltre a lavorare in campo socio-psichiatrico, è un artista terapeuta diplomato presso l’Accademia di Brera di Milano.
Il Neko Cat Café è una sala da tè dove prendere un caffè o un tè elargendo carezze e grattini ai sette padroni-gatti di casa.

Tutti i lavori artistici esposti sono pezzi unici e stampati su carta pregiata.
Metà del ricavato verrà devoluto all'Associazione MiciAmici Onlus di Mortara (PV)

Per informazioni:
Antonio Falleti: falleti67@gmail.com - antoniofalleti.blogspot.com


Data Inserimento: Tue, Apr 29, 2014 - 20:10:51

Evento N°: 1970

Nome: Claudia Pellegrino

SPONSOR

Località: LECCE

“....al Salento” MOSTRA PERSONALE DI GAETANO MINAFRA

LECCE - GALLERIA A.R.C.A. - 8 MAGGIO 2014





Si apre giovedì 8 maggio 2014 alle ore 20 presso la Galleria A.R.C.A. di Lecce, in via Palmieri 28, la personale dell'artista galatinese Gaetano MINAFRA, intitolata “....al Salento” , a cura di Raffaele Gemma.
Le opere, tutte realizzate tra il 2011 e il 2014, sono per lo più polimateriche, e in esse Minafra ricorre alla tecnica dell'assemblaggio, occasione artistica, più che espediente, per poter riunire tra loro i materiali più vari, dai naturali (frammenti di legno consumati dal tempo, piccoli sassi, fibre vegetali disidratate di fico d'India) agli artificiali o industriali (pezzi di plastica rifrangenti, vetri, frammenti di stoffa, fili di spago, bottoni, spille di metallo o di stoffa, riproducenti farfalle, coleotteri, ragni). Persistono delle stilizzazioni iconiche di motivi ispirati alla natura o alla figura umana, retaggi delle opere a interesse eminentemente grafico, oggetto del periodo immediatamente antecedente. Ma si tratta solo di piccoli accenni, comunque necessari, che vengono scoperti quasi casualmente durante la lettura attenta delle opere.
Con le opere attuali l'artista sposta decisamente il suo sguardo dall'uomo verso il proprio territorio d'origine, dedicandogli la sua attenzione e la sua ammirazione.
E sposta anche il campo d'osservazione dallo stato d'animo dell'oggetto della propria indagine pittorica, al proprio stato d'animo, aprendo al fruitore il personale e intimo territorio emozionale.
Molte opere denotano uno studio con riferimenti quasi antropologici,di tutto rispetto, come quelle riconducibili al tarantismo, grazie all'applicazione di ragni, di plastica o metallo, che sembrano invadere lentamente il campo pittorico, come misteriose e magiche apparizioni.
Particolare anche l'utilizzo delle cromìe con note di azzurro intenso in cui si rispecchia la luminosità del cielo salentino o la limpidezza dei fondali marini dello Jonio o dell'Adriatico, dai toni notoriamente variabili, come cangianti appaiono le tonalità dei campi e degli ulivi. Alcune tinte pastello si ispirano alle facciate delle case dei pescatori, pitturate a tempera mista a calce, con tecnica grossolana quanto antica.
Una mostra dove le note cromatiche più tenui, richiamanti i ripiegamenti nostalgici e contemplativi, si mescolano con i vivi colori che inneggiano al godimento gioioso della natura.
La mostra rimarrà aperta fino al 22 maggio. Orari di apertura: 11-12,30 ; 18-21
Info: T.333.64.26.995
progetto.artec@yahoo.it

[img]


Data Inserimento: Tue, Apr 29, 2014 - 16:40:48

Evento N°: 1969

Nome: Ufficio Stampa DAMA Museum

SPONSOR

Località: CASERTA
Paesaggio tra realtà e immaginazione, Eugenio Magno in mostra al DAMA Museum

Dal 16 al 31 maggio la struttura museale inserita all’interno del MAC – Museo d'Arte Contemporanea ospiterà la personale dell’artista partenopeo.

Il Maestro Eugenio Magno si aggiunge agli altri grandi nomi del panorama artistico nazionale e internazionale ad essere ospitati presso la sala espositiva del DAMA Museum di Capua. La sua mostra personale, intitolata “Paesaggio tra realtà e immaginazione” e curata da Antonio Geirola, sarà esposta dal 16 al 31 maggio presso la struttura museale creata da Evan De Vilde, eclettico artista fondatore dell’Archeorealismo, e inserita all’interno del MAC – Museo d'Arte Contemporanea di Capua. Eugenio Magno è uno tra i più grandi interpreti della tradizione pittorica napoletana: nato a Napoli nel 1944 e affermatosi nel corso di decenni di feconda attività artistica come esclusivo paesaggista, ha all’attivo oltre duecento esposizioni tenutesi in diverse delle città italiane. Presente in cataloghi d’asta nazionali ed esteri, ha ottenuto riconoscimenti e onorificenze di prestigio, come il premio Marco Aurelio, il “Ducatone d’Argento” e l’ambito “Ambrogino d’Oro”, incontrando i favori del pubblico, della critica e della stampa su innumerevoli testate di settore e non. E’ ritenuto il degno erede della illustre scuola di paesaggio napoletana di cui rappresenta un valido e aggiornato approfondimento. I soggetti preferiti dell’artista sono le scene marine di costiera e delle isole partenopee, ma si distinguono per raffinatezza ed espressività anche le “nevicate” e le suggestive scene di folklore, che raffigurano, ad esempio, “mercatini” e “matrimoni paesani”. Alla grande maestria tecnica, che si esprime attraverso l’utilizzo prevalente della vera pittura ad olio, che richiede tempi lunghi e padronanza della materia, il maestro Magno aggiunge una sua personalissima interpretazione della realtà, riuscendo ad essere ad un tempo classico e moderno. Egli crea così prospettive e profondità mozzafiato con colori magici e minuziosi dettagli, ottenuti grazie a migliaia di sapienti pennellate capaci di suscitare un senso di pace e una serenità impagabili. Un appuntamento con l’arte imperdibile al DAMA Museum, una realtà in continua ascesa che conferma la capacità di attrarre esponenti di rilievo delle più diverse e importanti correnti artistiche. Il vernissage si terrà giovedì 16 maggio alla presenza del Maestro Eugenio Magno e del Curatore Antonio Geirola, che introdurrà i visitatori alla scoperta delle opere esposte in un viaggio affascinante e ricco di emozioni.

Nome Mostra: Paesaggio tra realtà e immaginazione
Tipologia: personale
Autore: Eugenio Magno
Location: Dama Museum
Indirizzo: DAMA - Daphne Museum Art, Via Asilo Infantile,1 - CAPUA (CE)
Date: 16 – 31 maggio 2014
Vernissage: 16 maggio, ore 18.30
Tel.: 081.814.74.84
e-mail: dama@damamuseum.com

<---   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121   122   123   124   125   126   127   128   129   130   131   132   133   134   135   136   137   138   139   140   141   142   143   144   145   146   147   148   149   150   151   152   153   154   155   156   157   158   159   160   161   162   163   164   165   166   167   168   169   170   171   172   173   174   175   176   177   178   179   180   181   182   183   184   185   186   187   188   189   190   191   192   193   194   195   196   197   198   199   200   201   202   203   204   205   206   207   208   209   210   211   212   213   214   215   216   217   218   219   220   221   222   223   224   225   226   227   228   229   230   231   232   233   234   235   236   237   238   239   240   241   242   243   244   245   246   247   248   249   250   251   252   253   254   255   256   257   258   259   260   261   262   263   264   265   266   267   268   269   270   271   272   273   274   275   276   277   278   279   280   281   282   283   284   --->
(Totale Eventi: 1419)