Eventi e mostre pittura - PITTart.com

  Scrivi la tua mostra o il tuo evento d'arte           
Home PageHome   Annunci di ricerca per preparare nuovi eventi d'arteAnnunci Arte   Biografie Artisti Pittori - Scrivi e pubblica da solo la tua biografiaBiografie Artisti   Pittura e artisti pittori - Per pubblicare gratis le tue opere e la tua biografiaPittura e artisti pittori in mostra
Scrivi i tuoi commenti sull'evoluzione del concetto di arteCommentArte   Recensioni d'arteRecensioni  d'Arte  Calendario d'arte - CalendARTECalendario d'Arte - CalendArte  

EVENTI E MOSTRE PITTURA - SPAZIO INTERATTIVO

ATTENZIONE
Questo spazio sarà a breve chiuso. Abbiamo tuttavia appena aperto la sezione EVENTI E MOSTRE DI PITTURA su Facebook dove sei invitato a postare il tuo evento.


Data Inserimento: Wed, Feb 3, 2010 - 21:10:40

Evento N°: 433

Nome: Associazione Culturale Athena Arte

SPONSOR

Località: ROMA
ECHI DEL PRESENTE


Dal 3 al 13 febbraio 2010
Provincia di Roma - Palazzo Valentini
Roma

La mostra che si inagura alle ore 18 del 2 febbraio a cura dall’Associazione Culturale Athena Arte sita in Genzano di Roma Via Palmiro Togliatti, 3 vuole, attraverso una serie di opere pittoriche, trattare i temi del malessere dell’uomo nella moderna società, l’integrazione tra i popoli e i problemi del terzo mondo. Le artiste Giosi Costan e Alessandra Veccia nella loro carriera artistica si occupano prevalentemente di diritti umani e problemi sociali. Le due artiste si propongono attraverso la pittura, non già di rappresentare momenti a se stanti, ma un vero discorso sociale in cui ogni tela si lega con la precedente fino a formare una vera e propria narrazione di un tema ben preciso. Per quanto riguarda la prima tematica e cioè il malessere dell’uomo nella società moderna, vi è ben chiara la denuncia di una condizione umana caratterizzata dalla sensazione di inadeguatezza e l’impossibilità di sperare nel futuro. L’uomo in questa fase storica continua a nascondersi, a proteggersi dall’esterno fino ad arrivare ad una chiusura totale al mondo. L’isolamento, in cui si rifugia per non farsi ferire, entra però in contrasto con la preponderante tendenza dell’uomo ad essere un “animale” sociale e da qui deriva un senso di confusione, sbandamento e incapacità di decidere per la propria vita. Un uomo quindi che non riesce più a sperare neanche nel futuro.
Il secondo e terzo tema sono strettamente legati. Da una parte i problemi di integrazione derivanti dalle continue migrazioni di popoli che fuggono dalla povertà e miseria verso l’occidente, dall’altra il problema della fame che colpisce le popolazioni che risiedono nelle parti più povere del mondo. Questi due temi rispecchiano piaghe profonde della nostra società che vengono ignorate dalla maggior parte delle persone, le quali sono imprigionate sempre più nei frenetici meccanismi della vita quotidiana, dettati dalle convenzioni sociali che questi nostri tempi ci "impongono". Nelle opere vengono rappresentate donne, bambini, persone che in generale trasmettono sentimenti attraverso i loro occhi, i loro sguardi, le loro espressioni, frutto delle loro emozioni, dei loro stati d'animo. I protagonisti di queste opere ti guardano, ti fissano, catturando l'attenzione dello spettatore, coinvolgendolo e facendolo riflettere su situazioni quotidiane che pensiamo lontane, ma nello stesso tempo vicine, in quanto responsabilità di tutta l'umanità. I bambini hanno la malinconia negli occhi, la rassegnazione di chi non avrà un futuro. Il nostro dovere è quello di donare loro quel futuro a cui hanno diritto, quel futuro che ognuno di noi assicura ai propri figli. I bambini sono figli di tutti e spetta a noi insegnargli che ognuno di loro ha diritto ad un futuro di dignità e speranza.




Data Inserimento: Wed, Feb 3, 2010 - 11:21:48

Evento N°: 432

Nome: Letizia Caiazzo

SPONSOR

Località: NAPOLI
"EVENTI D'ARTE MITTELEUROPEI 2010"
Dal 6 al 21 febbraio 2010
Valleggia di Quiliano (Savona)

La Rassegna"EVENTI D'ARTE MITTELEUROPEI 2010” è un progetto artistico culturale del M° Enzo Angiuoni con la collaborazione delle associazione culturali AURA Udine e ARTEUROPA Atripalda Avellino. L’evento comprende un gruppo di mostre itineranti che attraverseranno tutta l’Italia dal Nord al Sud e passerà in paesi europei. Un vero museo itinerante ospitato presso prestigiose sedi istituzionali, pinacoteche, gallerie d’arte. Parteciperanno artisti del Friuli, dell'Austria, della Croazia nonchè artisti del bacino Mediterraneo e naturalmente del nostro territorio. Sono in tutto 25 artisti di diversa formazione, alcuni con un'esperienza di oltre quarant'anni di attività alle spalle, formatisi presso Accademie prestigiose che hanno aderito con l'entusiasmo del neofita a questa mostra itinerante che toccherà diverse sedi prestigiose sul territorio nazionale ... altri giovanissimi, ma già sicure promesse ... alcuni usano tecniche difficili e un pò desuete come l'acquerello, che richiede una sicurezza ed una leggerezza particolari e come la scultura in marmo e pietra.
L’ artista Rosa Spina, pioniera in Italia della Fiber Art, corrente d’arte contemporanea, nata intorno agli anni sessanta negli Stati Uniti e nel Nord Europa, (arte di esprimersi con filo, fibre o tessuto) esporrà delle opere dove emerge il Dèfilage, per la sua creatività utilizza l’icona della tradizione e la racconta attraverso un linguaggio contemporaneo.
Letizia Caiazzo e Pippo Spina maestri nella grafica digitale con cui elaborano visioni quasi surreali, artisti dell’era mediale che trasmettono e mutano le immagine, non possono prescindere da questo legame tra arte e tecnologia, sfruttano ed esplorano le capacità tecniche, riscoprendo nuove risorse, nuove opportunità e nuove espressioni.
Nelly Sanzi maestra del collage, ma anche decollage, predilige infatti l'uso dei frammenti, piccoli lembi materici, accostati tra loro, icone di carta straccia, che costruisce e decostruisce attraverso una sovrapposizione di strati in cui il frammento di carta sottratto al suo contesto, rotocalco, manifesto o libro che sia, viene trasformato in immagine elettiva e in valore d'arte.
Tonina Garofolo con la sua pittura organica, che simula forme viventi, vegetali o animali, trasfigurate in composizioni fondamentalmente ironiche.
La Mostra itinerante "Eventi d’Arte Mitteleuropei” per il coinvolgimento di paesi europei, come sintesi e impegno da realizzare nella concreta pratica del dialogo quotidiano fra est ed ovest, nord e sud, mondo latino, slavo e tedesco, minoranze e maggioranze, è un approccio interculturale e multidisciplinare per tematiche relative all’area centro- europea e all’area del mediterraneo con l'esistenza di problematiche, di temi, di personalità appartenenti a una dimensione di cui ben si può recepire il messaggio univoco, pur nella diversità dei linguaggi. La Mostra ospita artisti di chiara fama, che operano in Italia e in Europa con diversità di espressioni e stili. Una mostra particolarmente interessante per le personalità degli Artisti e per le caratteristiche ma che hanno reso tutti ugualmente, nella propria ricerca, la diversità espressiva una ricchezza da condividere; e allo stesso tempo una testimonianza che l’arte al di sopra di ogni pregiudizio può essere un mezzo di confronto ed allo stesso tempo di dialogo, è la dimostrazione che oggi in Europa c’è un fermento straordinario di proposte e di ricerche visive. Sono esposte grafiche, pitture, ceramiche e sculture. Una mostra quindi che riflette le diverse "anime " dell'arte e che merita di essere vista. La Mostra sarà accompagnata da un Catalogo con oltre 50 tavole a colori, delle opere degli artisti. Artisti partecipanti: Antonia Acri - Augusto Ambrosone - Giuseppe Amoroso - Enzo Angiuoni - Luciana Bertorelli -Letizia Caiazzo - Luigi F. Canepa - Giancarlo Caneva - Laura Carone - Roberto Di Gianpaolo - Claudio Di Lorenzo - Maria Teresa Di Nardo - Claudio Mario Feruglio - Tonina Garofano - Nicola Guarino - Nadia Loletti - Bruno Paladin - Tommaso Resta - Nelly Sanzi - Pippo Spina - Rosa Spina - Emanuela Spazzarini - Gemot Schmerlaib - Beartice Tavernese – GianfrancoVasile.
La prima tappa della mostra curata da ENZO ANGIUONI e LUCIANA BERTORELLI, è visitabile dal 6 al 21 febbraio 2010 a Valleggia di Quiliano (Savona) presso la "GALLERIA D'ARTE DEL CAVALLO ", via F.lli Cervi, 1
La seconda importante tappa sarà inaugurata il 28 Febbraio presso la sede di Villa Fiorentino a Sorrento in Corso Italia, una sede prestigiosa per un evento dalla capacità attrattiva di altissima importanza per un turismo culturale di alto livello della Città di Sorrento, visto il pubblico internazionale che frequenta le sale della splendida Villa sorrentina.




Data Inserimento: Sun, Jan 31, 2010 - 21:54:08

Evento N°: 429

Nome: Extralab Napoli

SPONSOR

Località: NAPOLI
"Do you want your face?"
Ritratti
Napoli

Dal 2 al 6 febbraio 2010 si terrà presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli la mostra -do you want your face-, questo progetto èla conseguenza di un percorso di ricerca riguardante le tematiche delle pratiche artistiche contemporanee. Nell'ambito degli argomenti di trattazione del corso di Pittura Extramedia e Public e Social Art condotto da Rino Squillante quest'anno ci si è concentrati sull'uso e l'importanza sociale del ritratto. Il progetto si sviluppa in una azione che comprende la comunità di persone che frequentano l'Accademia di Belle Arti di Napoli, fotografate e successivamente ritratte in disegni realizzati nella maniera tradizionale dagli studenti del corso.

''do you want your face'' è composta da circa 600 ritratti di persone che a vario titolo frequentano l'Accademia e dunque risulta come una grossa installazione di social art in cui le tematiche delle relazioni si sviluppano attraverso la comunicazione legata all'uso tradizionale del ritratto rivisitato in chiave contemporanea con la pubblicazione e la condivisione in una piattaforma sociale (la mostra e l'evento pubblico).
In cambio dell'immagine ricevuta attraverso la foto, il ritratto viene donato a chi vi è rappresentato .

Coordinamento generale Michela Scioli;
Per Public Zone*: Alfonso Dello Iacono, Imma Esposito, Sara Iafigliola, Maria Lo Presto.
I ritratti sono stati eseguiti dagli studenti iscritti al corso di Pittura del Triennio: Alessandro Armento, Antonio Della Guardia, Maria Giovanna De Sena, Aurora Gioia Nives, Chiara Savarese, Andrea Del Grosso, Rosa Anna Miele, Isabella Delle Cave, Annamaria Nenna, Elena Paribello, Sonia De Francesco, Viviana Marchiò.
*Public Zone è un collettivo di azione su progetti di public art.


Inaugurazione: 2 febbraio 2010
Dove: Accademia di Belle Arti - via Costantinopoli, 107 - Napoli
Orari: Dal martedi al sabato dalle 10,00 alle 14,00; il venerdì anche dalle 14,00 alle 18,00
Ingresso: libero
A cura di: Rino Squillante



Data Inserimento: Thu, Jan 28, 2010 - 10:52:04

Evento N°: 428

Nome: EVELINA GASTALDO

SPONSOR

Località: Italy
“Peggy e Solomon R. Guggenheim: le avanguardie dell’astrazione”
Vercelli

Aprirà al pubblico il 20 febbraio 2010 nello spazio espositivo Arca, Chiesa di San Marco, a Vercelli la mostra “Peggy e Solomon R. Guggenheim: le avanguardie dell’astrazione”, promossa dalla Regione Piemonte e dal Comune di Vercelli, in collaborazione con la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia.

La mostra, curata da Luca Massimo Barbero, è il terzo momento che completa un grande progetto espositivo iniziato nel 2007 e che ha portato a Vercelli in due anni oltre 80.000 visitatori, che hanno potuto ammirare i capolavori storici del Novecento, attraverso le scelte e le intuizioni artistiche di Peggy Guggenheim. Proprio la prima mostra, incentrata sul surrealismo, venne introdotta dalle parole di Peggy, quando disse “Indossai un orecchino di Tanguy e uno di Calder, per dimostrare la mia imparzialità tra l’arte surrealista e quella astratta”. Partendo da questo gesto leggero e significativo della mecenate, la mostra mantiene il rapporto biografico tra Peggy stessa e l’altra faccia della famiglia Guggenheim, mostrando la passione per le avanguardie astratte sino al movimento oggi noto come Informale.

“Peggy e Solomon R. Guggenheim: le avanguardie dell’astrazione” intende restituire per la prima volta al pubblico europeo il dialogo artistico tra lo zio Solomon R. e la nipote Peggy sul tema dell’astrazione, attraverso un percorso che, nello scambio e implementazione delle due collezioni, raccoglie le più grandi figure della storia dell’arte del XX secolo.

Se Solomon R. fonda nel 1937 a New York il Museum of Non Objective Panting (Museo della pittura non oggettiva) basato sull’idea purista dell’astrazione come assenza di figura, Peggy si orienta invece su una scelta più “trasgressiva”, quella del Surrealismo, non trascurando però di acquistare i capolavori delle avanguardie astratte che la porteranno nel secondo dopoguerra ad includere nella sua collezione capolavori della nuova pittura astratta sino all’informale.

La mostra delinea per il pubblico un percorso esaustivo e affascinante: oltre 50 capolavori, provenienti in gran parte dalla collezione newyorkese, tra i quali spiccano artisti come Paul Cezanne, Georges Seurat, Georges Braque, Henri Matisse, Robert Delaunay, Kazimir Malevich, Alexander Calder, fino agli artisti italiani amati da Peggy, Edmondo Bacci, Tancredi e Emilio Vedova.

I due Guggenheim hanno in comune una passione, quella per la grande scuola europea dell’astrazione e per due grandi maestri del periodo, Vasily Kandinsky e Piet Mondrian, figure centrali nell’allestimento di Vercelli.

La mostra, realizzata con la collaborazione produttiva di Giunti Arte mostre musei, che ne pubblica anche il catalogo, prevede un intenso programma di iniziative di promozione e di supporto informativo e didattico.


Ufficio Stampa: Stilema s.r.l – Ufficio stampa della mostra - Tel. 011.5624259 - 011.530066 - fax 011.534409 - guggenheim-vercelli@stilema-to.it



Data Inserimento: Wed, Jan 27, 2010 - 20:23:25

Evento N°: 426

Nome: carini luciano

SPONSOR

Località: NON SPECIFICATO
Mostra Personale di
IGOR BOBAN
"L’ORA DEL SILENZIO"
Dal 6 al 18 febbraio 2010
Piacenza

Alla galleria d’arte contemporanea “Studio C” di via Campesio 39 si inaugura oggi, alle ore 18, la mostra personale di Igor Boban dal titolo “L’ora del silenzio”.
Igor Boban, classe 1965, è nato a Banja Luka (Bosnia Erzegovina) diplomandosi presso il liceo artistico della sua città. Dopo aver lavorato come grafico pubblicitario presso un noto periodico bosniaco, nel 1991, a causa della guerra Serbo-Bosniaca, decide di lasciare la sua “terra” per raggiungere l’Italia.
La buona accoglienza ricevuta nel nostro Paese, un lavoro, l’incontro con Cristina sua attuale moglie e poi l’arrivo di tre figli, lo hanno pienamente integrato nella realtà italiana consentendogli anche di proseguire la sua attività artistica.
Un’espressione, quella di Boban, che si sviluppa per cicli o tematiche, ma che ha sempre, come motivazione fondamentale un profondo e sentito intimismo, un evidente senso religioso della vita e una tensione vera e concreta verso l’infinito e il mistero dell’esistenza.
“L’ora del silenzio”, un titolo che vuole richiamare alla meditazione e al raccoglimento, dimensioni spirituali indispensabili per il pensiero e la crescita interiore a cui non siamo più abituati.
Le opere dell’artista bosniaco, calde e avvolgenti, terse e luminose ci portano dunque, per mezzo dei loro colori e delle loro atmosfere, verso spazi interiori e spirituali facendosi storia e memoria, pensiero e nostalgia.
La rassegna sarà introdotta da Luciano Carini.


Orari: feriali e festivi dalle 16,30 alle 19,30; il Lunedì chiuso.
Info: 0523.716846 - studio.c-arte@email.it



<---   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121   122   123   124   125   126   127   128   129   130   131   132   133   134   135   136   137   138   139   140   141   142   143   144   145   146   147   148   149   150   151   152   153   154   155   156   157   158   159   160   161   162   163   164   165   166   167   168   169   170   171   172   173   174   175   176   177   178   179   180   181   182   183   184   185   186   187   188   189   190   191   192   193   194   195   196   197   198   199   200   201   202   203   204   205   206   207   208   209   210   211   212   213   214   215   216   217   218   219   220   221   222   223   224   225   226   227   228   229   230   231   232   233   234   235   236   237   238   239   240   241   242   243   244   245   246   247   248   249   250   251   252   253   254   255   256   257   258   259   260   261   262   263   264   265   266   267   268   269   270   271   272   273   274   --->
(Totale Eventi: 1366)