Eventi e mostre pittura - PITTart.com

  Scrivi la tua mostra o il tuo evento d'arte           
Home PageHome   Annunci di ricerca per preparare nuovi eventi d'arteAnnunci Arte   Biografie Artisti Pittori - Scrivi e pubblica da solo la tua biografiaBiografie Artisti   Pittura e artisti pittori - Per pubblicare gratis le tue opere e la tua biografiaPittura e artisti pittori in mostra
Scrivi i tuoi commenti sull'evoluzione del concetto di arteCommentArte   Recensioni d'arteRecensioni  d'Arte  Calendario d'arte - CalendARTECalendario d'Arte - CalendArte  

EVENTI E MOSTRE PITTURA - SPAZIO INTERATTIVO

ATTENZIONE
Questo spazio sarà a breve chiuso. Abbiamo tuttavia appena aperto la sezione EVENTI E MOSTRE DI PITTURA su Facebook dove sei invitato a postare il tuo evento.


Data Inserimento: Thu, May 7, 2015 - 19:22:25

Evento N°: 2216

Nome: vik rai

SPONSOR

Località: PARMA
Dal 24 Maggio fino al 7 Giugno 2015
Sala espositiva Sympathy Club
Il Circolo Amici di Fontanelle (Parma)

PRESENTA in ANTEPRIMA il "DIES IRAE"
Mostra dell'artista V.Rainieri
Madrina dell'evento il Cav. Anna Poletti Zanella
Presl'ass. “J. B. Boudard”,(Parma)

APERTURA Domenica 24 Maggio 2015 ore 16
TERMINE Domenica 7 Giugno 2015

All'pertura di DOMENICA 24 CONCERTO di
CARLA THEY all'arpa
RENATA CAMPANELLA soprano

"DIES IRAE" EVENTO UNICO AL MONDO
17 Metri di puro colore
50 personaggi
20 rappresentazioni faunistiche
25 simboli nascosti da ricercare tra le righe

"Dies irae"
Impareggiabile, sublime capolavoro musicale del maestro Giuseppe Verdi, come sublime ed impareggiabile il lavoro del maestro Rainieri che nei suoi 17 metri di pittura ha saputo interpretare il messaggio nascosto nella grande opera Verdiana rendendolo visibile a tutti

Trasportate in immagini quello che il grande maestro Verdi con la sua musica ha voluto farci comprendere.

Un bellissimo affresco dedicato alle coscienze curiose che stanno cercando....

Verdi il Terrestre,
Nel "Requiem" Verdi ci rivela il suo modo di sentire davanti a Dio, partendo dalla tragedia della morte. « In essa c'è l'elevazione dell'umano sino a quella massima altezza oltre la quale l'uomo, perdendo di sè coscienza e dominio, non avrebbe neppure più il potere di parlare ad altri uomini, e di farsi da essi intendere e di commuoverli ed esaltarli ». Nella Messa Verdi guarda verso l'alto dei cieli, come se parlasse egli solo per le moltitudini dei fedeli a lui vicine e adoranti, gementi, imploranti... ».

Massimo Bontempellihttp://pinacoteche.pittart.com/mostre/eventi/uploads/NUMERO.jpg [/img]


Data Inserimento: Thu, May 7, 2015 - 13:57:33

Evento N°: 2213

Nome: letizia caiazzo

SPONSOR

Località: NON SPECIFICATO
INTORNO ALLA FIGURA

Periodo espositivo dal 9 al 23 maggio dal lunedì al sabato ore 15-19.

La rassegna presenta un'interessante carrellata sul figurativismo rappresentativo di quel vivace pluralismo stilistico e poetico che connota l'arte odierna.
Si intende la qualità pittorica dei lavori esposti, sostenuta da capacità e ricerca, così come accompagna ogni opera un responsabile adeguarsi alle regole del mestiere e, nello stesso tempo, un trasgredirle nel segno di nuovi equilibri.
Nell'arte occidentale il nome “figura” richiama la forma esteriore delle cose e, in un secondo tempo, rimanda alla raffigurazione. La nostra cultura però gli affianca fin dall'antichità il significato verbale quale figura retorica.
Ciò ci fa pensare allo sguardo ed alla parola. E'come se la filosofia dovesse ad un certo punto far spazio ai processi liberatori dell'arte. “Immagine” è anch'essa legata alla rappresentazione e nondimeno all'idea.
Dentro al circuito creativo l'uomo, partendo dalla realtà che lo circonda, amplia e fonda la sua conoscenza del mondo. Oggi spesso sentiamo disagio per un senso di appiattimento generale, ma se proviamo a credere ancora alle coordinate creative sguardo e parola, attivazione di sensi e di mente, allora l'assopimento figurativo lascia il posto, almeno in parte, alla potenza immaginifica che ci portiamo appresso.

Giovanna Arancio

Espongono:

Alderucci Corrado, Bartolone Antonella, Bergamaschi Simone, Bolzoni Franco, Branca Alberto, Buono Angelo, Caffaro Rore Adriana, Caiazzo Letizia, Caramazza Albino, Ciafardoni Carla, Coccioli Michele, Isabella Corcelli, Alice Cristelli, Di Bacco Alfredo, Discepolo Girardi, Francesco Di Martino, Gatti Cocci Barbara, Gebbia Erminia, Lupo Francesca, Mastrangelo Clara, Molinario Fabrizio, Montini Gabriella, Moretto Anna Maria, Mrazovà Sarka, Musso Binello Franca, Pairona Ester, Pasquali Raffaella, Perona Carla, Petrucci Angelo, Policastro Angela, Raluca Misca, Rizzo Venere, Roggeri Guido, Salamone Alessandro, Samiguel Juan, Silvi Carla, Soccodato Salvatore, Valensin Luciano, Vasino Michele, Ventura Maria, Ziganto Chiara.


Data Inserimento: Thu, May 7, 2015 - 12:19:31

Evento N°: 2211

Nome: Romina Guidelli

SPONSOR

Località: ROMA
CON I PROPRI OCCHI
ANGELO COLAGROSSI


DAL 9 AL 30 MAGGIO 2015
INAUGURAZIONE SABATO 9 MAGGIO ORE 18.00

Orario: Inaugurazione sabato 9 maggio 2015, dalle ore 18.
Orari apertura al pubblico: Lun-Ven 10-13; 15-18 / Sabato su appuntamento.
Catalogo: a cura di Sissi Aslan
Testi di Sissi Aslan e Alberto Gianquinto
Dove: Via Antonio Bertoloni, 45 (località Parioli), 00197 Roma
Costo: Ingresso libero
Telefono: (+39) 06 45 555 970
E-mail: laura@philobiblon.org
URL: http://www.philobiblon.org Facebook:https://www.facebook.com/Philobiblonsrl
Ufficio stampa: Romina Guidelli- rominaguidelli@hotmail.it - mob.+39 349 5202413

CON I PROPRI OCCHI è il progetto che coinvolge i due artisti romani Angelo Colagrossi e Mauro Magni, in due grandi mostre personali, Colagrossi dal 9 al 30 maggio 2015 e Magni nel successivo mese di giugno, organizzate da Philobiblon Gallery di Via Antonio Bertoloni 45 a Roma.
Le opere presentate al pubblico in questa doppia occasione, dai dipinti alle carte, incluse le sculture in terracotta, sono il risultato delle ricerche che gli artisti hanno maturato negli ultimi anni, trovandosi a percorrere strade comuni che confluiscono nel titolo stesso del progetto: CON I PROPRI OCCHI. Le due mostre propongono, indicano e suggeriscono il racconto e la prospettiva di Colagrossi e Magni attraverso declinazioni e strutture differenti ma articolate secondo una storia comune, quella del loro amore nei confronti della pittura e del loro disagio verso la perdita d'identità.

CON I PROPRI OCCHI
ANGELO COLAGROSSI

La PHILOBIBLON GALLERY di Filippo Rotundo e Matteo Ghirighini è felice di presentare: "Con i propri occhi, Angelo Colagrossi".
La mostra presenta un percorso di circa dieci anni di lavoro dell’artista raccontato da dipinti, anche di grandi dimensioni, su tela e su carta, e terrecotte.

Per Angelo Colagrossi "l’opera d’arte è inciampo e sorpresa, scrive Sissi Aslan nel testo critico si misura sempre con la società che produce e consuma. È ambiguità della bellezza. È meraviglia e sbalordimento della confusione. È arte responsabile. Tentativo di ordine interno contro il kaos esterno. Sono presenti, sulle tele e sulle carte, di quest’ultimo decennio in particolare, forme e figure simboli e linguaggi modelli e sistemi che l’artista usa per riflettere la sua arte sul mondo. Il simbolo visivo non conosce limiti di conoscenza e riconoscibilità. Tuttalpiù per riconoscere bisogna conoscere, almeno percepire visivamente. Quando si assimila il codice tematico-visivo finalizzato alla comprensione di un’immagine allora, e solo allora, la percezione ne rivela il significato. E il problema si rivolge al discrimine tra simbolismo intenzionale e simbolismo subconscio. È esattamente la partecipazione emotiva del ricevente che innesca – può innescare – nuove letture e significati a un simbolo. L’artista immagina e anticipa. Il suo è un vivere plurale anche nella desolazione della sua solitudine. È meditazione del vivere! ... Il pittore si adopera e richiama a proprio spunto quel magma del niente e del vuoto nel quale il dripping suo personale delle colature, unica espressione in furore, ci segnala la realtà stessa. Il suo quotidiano sgocciolare colare e oggetti come capitoli di uno sdegno acre e addolorato, figlio di un’estrema necessità di salvare e di salvarsi. La pittura stessa diventa in Colagrossi il suo quotidiano salvare e salvarsi. Si fa respiro dell’esserci e testimonianza di sé, intrico e recupero, dripping contrapposto al ristagno dei mostri generati dal consumo."
Sissi Aslan, Verso La natura scalzo

E ancora " Colagrossi scrive Alberto Gianqunto nel testo critico è certo intuitivamente consapevole di questo stato di cose, ma non parte da un’idea, ma dalla pittura; e quindi, immerso nel vissuto della trasformazione caotica del suo tempo, non può che percepire tale stato, non come semplice darwiniana e naturale evoluzione, ma nella sua insensatezza, per fratture e frantumi di temporalità. Perduto il valore teologico dell’inizio del tempo, il mito resta affidato solo ad una memoria che si fa evanescente e l’utopia, ormai ideologicamente soppressa; è un tempo che, senza più significati, annulla lo spazio e il suo orizzonte figurativo: non resta che il ‘momento’, rimangono ammassi di oggetti che scorrono via, scolano giù, discarica di inutilità (bottiglie, portatili, vasi arcaici, figure), segnata solo dalla simbolicità del provvisorio, dell’inutile, dell’irrecuperabile"
Alberto Gianquinto, Senza rotta nella storia, un navigare a vista, Angelo Colagrossi




Data Inserimento: Wed, May 6, 2015 - 22:31:10

Evento N°: 2210

Nome: Anna Moccia

SPONSOR

Località: ROMA

Da Bologna a Roma, da Milano a Palermo, chiese, scuole e circoli culturali aprono le porte il 9 maggio alla Giornata Nazionale dell'Arte, con iniziative in tutta Italia, per testimoniare l'importanza dell'arte come linguaggio universale, capace di unire le persone e accomunare le culture.
Claudia Koll sarà in prima linea per l’occasione. Sabato alle ore 18 sarà, infatti, madrina della collettiva “Respiri d’Africa”, in programma a Roma (dal 9 al 13 maggio) nella sala Bregno della Basilica di S. Maria del Popolo.
Per conoscere tutti gli appuntamenti in programma, è possibile consultare il sito www.ucainazionale.net.



Data Inserimento: Mon, May 4, 2015 - 11:19:31

Evento N°: 2207

Nome: Agnes Preszler

SPONSOR

Località: FROSINONE
Sacro e profano
Mostra personale di Agnes Preszler, Palazzo della Provincia di Frosinone, 6-14 maggio 2015.
La mostra mette a confronto sacro e profano, spiritualità e corporeità. Ritratti di santi da una parte, nudi e scene dalla vita quotidiana dall'altra.


Si inaugura il 6 maggio la mostra personale “Sacro e profano” di Agnes Preszler presso il Palazzo della Provincia di Frosinone. E’ ormai da anni che l’artista presenta in questo spazio, sempre nel periodo primaverile, la sua produzione artistica più recente. Dopo i ritratti dei ricercatori delle mura megalitiche, la carrellata di ritratti di personaggi illustri della Ciociaria nei vari campi della cultura, poi le copie ottocentesche raffiguranti modelle ciociare e i paesaggi realizzati in estemporanea sul territorio della Ciociaria, il tema ora è giocato sui contrasti, in particolare tra sacro e profano, come risulta anche dal titolo.
Soggetto caro ai grandi pittori, basti pensare all’”Amor sacro e amor profano” di Tiziano, è un dilemma eterno dell’essere umano, combattuto tra le esigenze del corpo e dell’anima. E’ una convivenza forzata, certe volte conflittuale, ma chi riesce a trovare il giusto equilibrio trova anche la serenità e la felicità.
L’esposizione si divide quindi in due parti e due tipi di soggetti. Nella parte dedicata al sacro troviamo le “Icone Moderne”: ritratti di santi, da S.Francesco a Padre Pio, da papa Wojtyla a Santa Maria Salome, protettrice di Veroli. La collezione, presentata a Pontecorvo e a Roccasecca un paio di anni fa nel frattempo si è arricchita di nuovi pezzi. La grande tela che raffigura S.Benedetto nell’abbazia di Montecassino è stata realizzata in estemporanea a Cassino.
Quanto alla seconda sezione, si tratta maggiormente di nudi, in parte copie dalla collezione “La Ciociaria nell’arte dei maestri dell’800” a cui si aggiungono nuovi quadri originali di stile contemporaneo. C’è poi una sezione che consiste in ritratti seminudi ispirati da cartoline d’epoca, quindi di gusto retrò.
Oltre ai nudi, la pittrice ha voluto includere alcune nuove aggiunte alla collezione di copie ottocentesche, come “Il cappellaio di Sora” e “Il mercato di Sora”, presentate con successo alla recente Sagra della Crespella di Veroli.
La mostra si chiude il 14 maggio.

Info:

Palazzo della Provincia di Frosinone, piazza Gramsci - Frosinone, tel: 0775/2191
orario continuativo: 7.30-19.30, sabato e domenica chiuso

link utili

Pagina Facebook https://www.facebook.com/events/887905824584472/887983917909996/
Sacro: https://picasaweb.google.com/100451875413989804529/IconeModerneEAltriQuadriReligiosi?authuser=0&feat=directlink
Profano https://picasaweb.google.com/100451875413989804529/Nudi?authuser=0&feat=directlink

<---   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121   122   123   124   125   126   127   128   129   130   131   132   133   134   135   136   137   138   139   140   141   142   143   144   145   146   147   148   149   150   151   152   153   154   155   156   157   158   159   160   161   162   163   164   165   166   167   168   169   170   171   172   173   174   175   176   177   178   179   180   181   182   183   184   185   186   187   188   189   190   191   192   193   194   195   196   197   198   199   200   201   202   203   204   205   206   207   208   209   210   211   212   213   214   215   216   217   218   219   220   221   222   223   224   225   226   227   228   229   230   231   232   233   234   235   236   237   238   239   240   241   242   243   244   245   246   247   248   249   250   251   252   253   254   255   256   257   258   259   260   261   262   263   264   265   266   267   268   269   270   271   272   273   274   275   276   277   278   279   --->
(Totale Eventi: 1393)